domenica 23 dicembre 2012

Cellule staminali: una grande promessa per la medicina

Oggi vi voglio proporre una  brillante conferenza TED in cui Susan Solomon illustra le grandi prospettive dell'uso di cellule staminali umane per debellare alcune delle malattie più gravi del nostro tempo, oltre che per lo sviluppo di una vera e propria medicina personalizzata (di cui abbiamo già parlato qui). Dopo una carriera di successo come avvocato e imprenditrice, Solomon, frustrata dalla lentezza con la quale i risultati scientifici della ricerca biomedica vengono tradotti nella pratica clinica, ha deciso di impiegare la sua esperienza imprenditoriale per accelerare il passo della ricerca. Dopo aver consultato numerosi medici e ricercatori in campo biomedico, la Solomon ha scelto di dedicare i suoi sforzi a facilitare la ricerca sulle cellule staminali, vedendo in queso campo di ricerca, in molti paesi fortemente osteggiato per motivi ideologici, il maggior potenziale per migliorare drasticamente la qualità delle cure mediche e la salute delle persone. Nel 2005, Solomon ha fondato la "New York Stem Cell Foundation" che oggi è una delle più grandi organizzazioni di ricerca non-profit dedita alla ricerca sulle staminali: dallo sviluppo di nuove tecniche di coltura delle cellule alla messa a punto di metodi per il loro utilizzo nei processi di drug discovery. Proprio nello sviluppo di farmaci il contributo delle cellule staminali potrebbe essere enorme. Infatti, potendosi differenziare in quasi qualunque tipo di cellula specializzata, le staminali offrirebbero la possibilità di testare i farmaci in vitro su ogni tipo di cellula presente nel nostro corpo già allo stadio pre-clinico, riducendo enormemente i tempi di sviluppo e i rischi di effetti collatrali dei nuovi farmaci. Inoltre le cellule staminali darebbero ai ricercatori la possibilità di osservare in diretta in una capsula di petri le primissime fasi di sviluppo di gravi malattie degenerativae come la SLA o il morbo d'Alzheimer, permettendo di capirne più in profondità i meccanismi.



Colgo l'occasione per augurare a tutti buone feste a tutti i lettori, sperando, l'anno prossimo, di riuscire a ripendere l'attività di blogging con la continuità di una volta!

7 commenti:

  1. Zero post nel 2013... che cosa è successo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un anno molto intenso, ho avuto molto da fare all'università e mi sono laureato! ;) Spero di riuscire presto a trovare il tempo per scrivere ancora...

      Elimina
  2. Congratulazioni! :D
    Spero anche io che tu riprenda a scrivere, era un blog che seguivo con enorme interesse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere sentirlo! :) Spero anch'io di riprendere presto!

      Elimina
    2. Mi unisco anch'io agli auguri per la tua laurea e al grande interesse per i tuoi post! Comunque vada, grazie!!

      Elimina
  3. Siamo all'anno esatto :(

    RispondiElimina